Secesta

Reti di sensori per il monitoraggio delle ceneri vulcaniche nella sicurezza del trasporto aereo

Il progetto SECESTA è nato dal fatto che la dispersione atmosferica di ceneri prodotte dall’attività esplosiva dell’Etna costituisce un rilevante fattore di rischio per gran parte della Sicilia Orientale ed in particolare per l’area catanese. Nei periodi di attività, la nube di cenere rappresenta un sostanziale fattore di rischio per il traffico aereo, civile e non. Ecco perché il monitoraggio dell’emissione e dei fenomeni di ricaduta delle ceneri vulcaniche è di interesse strategico in tutti quegli ambiti in cui la fruizione di un servizio può essere compromessa dalla presenza di ceneri vulcaniche. Da qui la necessità di sviluppare un sistema che sia in grado di fornire un’informazione qualitativa sullo stato del processo osservato, con lo scopo di attivare un monitoraggio continuo e distribuito delle grandezze d’interesse. L’obiettivo della suddetta rete di monitoraggio è di fornire un “early warning” di eventuali fenomeni rilevati al fine di garantire la sicurezza del trasporto aereo. PMF realizza l’interfaccia web con la mappa per la gestione dei nodi e implementa gli algoritmi per l’analisi del flusso delle ceneri ideati dall’Università di Catania. La comunicazione con il server è gestita attraverso l’utilizzo di API dedicate, realizzate con i partner.

Altri progetti a cui abbiamo partecipato

Durata

Lug. 2011 – Feb. 2015

Fondo stanziato

1.518.686,00 €

Codice progetto

G53F11000040004

Programma

PO FESR 2007-2013

Altri progetti a cui abbiamo partecipato